Ewsca Cashmere

Cashmere in Cina

editori: Claire
tempo: 2020-04-13
sommario: Anche se la Cina e la Mongolia forniscono la maggior parte del cashmere al mondo anche per i marchi più costosi, la differenza di qualità deriva dalla produzione.
Cashmere in Cina
Anche se la Cina e la Mongolia forniscono la maggior parte del cashmere mondiale anche per i marchi più costosi, la differenza di qualità deriva dalla produzione. La Scozia e l'Italia sono noti centri di eccellenza tradizionali quando si tratta di filare e lavorare a maglia il cashmere. In questi paesi la produzione di cashmere è un commercio secolare.

Ci vogliono circa 4 anni una capra mongola per perdere abbastanza capelli per creare un maglione di cashmere. I capelli devono essere lavati e ordinati a mano e, una volta raccolta la materia prima, devono essere filati e trasformati in un indumento. Tradizionalmente questo processo viene eseguito a mano, ma nelle nuove fabbriche che stanno spuntando in tutta la Cina; stanno producendo in serie questo capo con macchinari.
Il cashmere è otto volte più caldo e significativamente più leggero della lana, quindi tagliare gli angoli nella produzione avrà senza dubbio un effetto negativo sulla sua qualità. Il cashmere meno costoso venduto presso i rivenditori di grandi scatole si consumerà più velocemente e mancherà della sensazione sontuosa e morbida che rende il cashmere così desiderato. (Non tutto il cashmere è creato uguale)

L'attuale situazione in Cina sta avendo un effetto contrario sul mercato che ha creato. Le capre che un tempo erano redditizie ora costano una fortuna per sopravvivere e, con la diminuzione dell'offerta, i prezzi stanno iniziando a salire. Ciò, in combinazione con i gravi impatti ambientali che ha causato, mostra che presto la produzione "big box" della produzione di cashmere dovrà presto finire. Semplicemente non ci sono abbastanza risorse.

Precedente: Cashmere: indosso nel lusso

Prossimo: Ecco perché il cashmere è costoso